Le Origini del Pandoro

Le origini del pandoro non sono certe.
C’è chi afferma siano stati i pasticceri della Casa Reale di Vienna durante l’Impero Asburgico.
C’è chi sostiene, invece, che sia originario della Repubblica Veneta del Rinascimento, quando le ricche famiglie patrizie consumavano un dolce chiamato “pan de oro” interamente ricoperto di foglioline di oro zecchino.
Le origini più certe sembrano essere, quelle che lo riconducono al dolce a forma di stella chiamato “Nadalin”, che per tradizione alla fine dell’Ottocento le famiglie veronesi preparavano a Natale. È molto probabile che un contributo a ideare questo dolce sia stato dato anche dai pasticcieri austriaci che, a quei tempi, erano impiegati nelle pasticcerie più rinomate del centro storico di Verona.
Del “Nadalin” il pandoro ha mantenuto la forma a stella di otto punte, variando la struttura in tronco-conica.Il nome pandoro descrive il colore della pasta, giallo oro conferitogli dalle uova; mentre la consistenza è soffice e leggera come la pasta delle brioches.
Assieme al Panettone, è uno dei dolci più consumati durante le Feste Natalizie